QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

ll Liceo-Ginnasio “Umberto I” intitolato al Principe di Piemonte nel 1864, fu istituito con Regio decreto il 9 maggio 1862 e ubicato nell’ex convento di S. Agostino Maggiore. Nel 1867 fu trasferito al Vico S. Maria Apparente. Distrutto dai bombardamenti aerei del 1943, l’Amministrazione Comunale di Napoli, nel 1948, assegnò all’Istituto un nuovo edificio, adattando a sede del Liceo l’ex Caserma di Cavalleria di San Pasquale a Chiaia. Già allora si contavano ben cinquantasei classi per millecinquecento alunni. Dai registri si rilevano nomi di docenti quali Michele Kerbacker, Cecilia Dentice D’Accadia, Nicola Abbagnano, Giovanni La Magna, Angelo Nucciotti, Vera Lombardi e tra gli alunni che si sono distinti negli studi e nella vita, si leggono i nomi di Giuseppe Patroni Griffi, Francesco Rosi, Raffaele La Capria, Antonio Ghirelli, Erri De Luca, Mario Martone, Maurizio Barendson, Giorgio Napolitano, Andrea Ballabio, Vincenzo Salemme, Francesco de Angelis – solo per citarne alcuni.

Oggi il Liceo-Ginnasio “Umberto I”, pur conservando intatto il patrimonio culturale tradizionale, propone un insegnamento rigoroso, efficace e moderno, in proiezione verso il futuro. In tale prospettiva è dovere dell’Istituto informare la platea scolastica sui criteri fondamentali dell’azione didattica e formativa, sulle attività di sperimentazione, sui progetti di lavoro e sulla attività integrative didattico-culturali che questa Comunità scolastica offre.

In primo piano